Educare al sonno

Imparare a dormire. Sembra strano, eppure, non tutti riusciamo a dormire in maniera corretta ed efficace. Il sonno, infatti, va educato, specie se alla base ci sono abitudini non corrette e situazioni di malessere.

Vi sono una serie di semplici regole che, se rispettate, possono assicurare un riposo notturno migliore e più duraturo:limitare, ad esempio, il tempo passato a letto a quello veramente necessario; non usare il letto per guardare la tv, mangiare, lavorare o studiare. Mantenere un orario di sonno regolare; rispettare orari costanti anche per i pasti che la sera non devono risultare troppo pesanti (si ritarda il sonno a causa della digestione).

Sarebbe bene anche evitare di svolgere attività fisica poco prima di andare a letto perché tale stimolazione mette in circolo nel nostro corpo sostanze eccitanti (endorfine). E’ bene mantenere una temperatura media all’interno della camera, luci soffuse e possibilmente evitare rumori. Occorre evitare, se possibile, anche situazioni ansiogene (ad es: ripensare ai problemi della giornata). E’ infine buona regola evitare il consumo di caffeina, alcol e tabacco nelle ore serali.